Combatti l’acne usando antibiotici topici

L’acne spesso rende le persone molto ansiose del proprio aspetto. Poiché esiste una così grande scelta di rimedi per combattere l’acne, una persona può sentirsi confusa mentre decide quale opzione è la più adatta per un certo tipo di acne e quale trattamento porterà i migliori risultati. Quando le opzioni OTC non funzionano in modo efficace, gli antibiotici locali di solito vengono in primo piano.

Gli antibiotici topici sono efficaci nel curare l’acne infiammatoria che si manifesta come brufoli rossastri e algetici sulla pelle, piuttosto che sui punti bianchi o sui punti neri. L’acne infiammatoria emerge quando i follicoli vengono intasati e attaccati dai batteri. L’acne innescata dal Propionibacterium Acnes uccide il rivestimento dei follicoli, provocando una reazione infiammatoria. È meglio non trascurare questo tipo di acne, altrimenti può causare cicatrici.

Gli antibiotici locali agiscono eliminando il Propionibacterium Acnes, riducendo così le infezioni all’interno dei pori e aprendo i pori. Questi medicinali sono disponibili sotto forma di gel, lozioni, soluzioni simili a toner e tamponi. Gli antibiotici più spesso prescritti sono eritromicina e clindamicina; Il metronidazolo e la tetrociclina vengono ordinati con minore frequenza. Tutti gli antibiotici locali sono disponibili solo dietro prescrizione scritta. La maggior parte di essi viene applicata una o due volte al giorno su tutte le aree della pelle soggette a eruzioni acneiche.

È essenziale seguire attentamente le prescrizioni e non interrompere il trattamento prima del tempo stabilito, anche se non si notano subito miglioramenti. Di solito ci vogliono 4-6 settimane per vedere risultati notevoli. La prima prova che il trattamento funziona in modo efficace è che le eruzioni dolorose iniziano a rimettersi quando la quantità di batteri inizia a diminuire.

L’uso di questi farmaci può causare effetti collaterali, se la persona che applica questi antibiotici locali ha un’allergia a uno qualsiasi dei componenti attivi del medicinale. Gli effetti collaterali più frequenti comprendono irritazione, arrossamento e desquamazione nell’area di applicazione. Il peeling appare come desquamazione e aumento della secchezza della pelle.

Aggrenox elimina il rischio di ictus

Aggrenox è un farmaco destinato alle persone che hanno avuto un trombo o un mini-ictus per ridurre la possibilità di insorgenza di ictus. Questo farmaco contiene aspirina e dipiridamolo. Questo farmaco ha un’azione combinata: l’aspirina si occupa di dolore, febbre e infiammazione nel corpo; il dipiridamolo impedisce la formazione dei trombi.

Questo farmaco deve essere usato due volte al giorno, ma se provoca un forte mal di testa, puoi prenderlo solo una volta al giorno fino a quando non ti abitui e ottenere il sollievo dal mal di testa.

È noto che questo farmaco provoca danni al feto, quindi le donne in gravidanza non dovrebbero usarlo. Bambini e adolescenti non devono usare Aggrenox poiché può causare sintomi così gravi come la sindrome di Reye. Non è raccomandato l’uso di farmaci senza prescrizione medica quando si utilizza Aggrenox. Evitare il consumo di alcol in quanto aumenta il sanguinamento dello stomaco. Informa il tuo medico dei medicinali che stai assumendo per evitare l’interazione negativa tra farmaci.

Le persone con condizioni come asma, polipi nasali o allergie a qualsiasi farmaco antinfiammatorio non steroideo, ulcere allo stomaco o sanguinamento, qualsiasi tipo di disturbi emorragici, malattie cardiache, insufficienza cardiaca, infarto, disturbi epatici o renali, o l’ipotensione dovrebbe consultare il medico prima di iniziare il trattamento con i farmaci Aggrenox.

L’uso del farmaco Aggrenox può essere associato a una serie di reazioni collaterali come debolezza, svenimento, feci nere o sanguinanti, mal di stomaco, nausea, gonfiore, dolore persistente, febbre e disturbi dell’udito. Se si verifica uno qualsiasi degli effetti avversi, consultare immediatamente un medico.